Ci sta a cuore Parma

 

Consumo di suolo: un tema attuale

 
Sempre più spesso sentiamo parlare di consumo di suolo. Si tratta di una tematica attuale, affrontata da associazioni, professionisti, ma anche da Enti e Istituzioni.

Le nostre città, negli ultimi anni, si sono ingrandite coprendo artificialmente il suolo agricolo. Questo comporta una impermeabilizzazione del terreno che, come indicato dall’ultimo rapporto dell’ISPRA (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), causa “erosione dei paesaggi rurali, perdita di servizi ecosistemici e vulnerabilità al cambiamento climatico”.

Per contenere questo fenomeno è necessario costruire all’interno del tessuto già urbanizzato, recuperando e trasformando aree dismesse ed edifici abbandonati. Occorre, cioè, rigenerare la città, apportando miglioramento e nuove funzioni senza impiegare territorio vergine.

È in corso di approvazione persino un disegno di legge a riguardo, così come una raccolta firme organizzata da Legambiente insieme ad altre associazioni.

Gli esempi virtuosi che potremmo citare sono innumerevoli.

A Milano, per la nuova Fondazione Prada il noto architetto Rem Koolhas (Studio OMA) ha trasformato una vecchia distilleria di 19 mila metri quadri in un nuovo spazio espositivo, con tanto di cinema e bar firmato dal regista Wes Anderson. L’intervento fa parte di un progetto più ampio, che vede la riqualificazione dell’intero quartiere dell’ex scalo di Porta Romana.

fondazione-prada

Quartieri in trasformazione anche a Reggio Emilia, dove l’area delle ex Officine Meccaniche Reggiane è stata trasformata per dare vita al Tecnopolo per la ricerca industriale, ma anche a Bologna, Torino, e in tante altre città, italiane e non solo…

tecnopolo-officine-reggiane
 

Le scelte Doser

 
Per rigenerare le nostre città, occorre progettare con coscienza sempre, non solo per i grandi interventi, ma anche a partire da quelli più piccoli. È per tutti questi motivi, e perché Parma ci sta a cuore, che per realizzare i nostri ultimi progetti urbani, non abbiamo consumato neanche un metro quadrato di suolo vergine.

Per Montanara53, Life Houses, New Town, edifici obsoleti, energivori e fatiscenti hanno lasciato il posto a nuovi ed efficienti progetti Doser. Si tratta di interventi che hanno riscosso successo, apprezzati da voi clienti, graditi dagli abitanti vicini, premiati e citati da riviste di settore e per i quali abbiamo anche ottenuto dei premi volumetrici da parte del Comune.

Perché costruire di qualità vuol dire realizzare edifici che funzionano, che siano esteticamente belli e amici dell’ambiente.

Noi quando pensiamo alla casa puntiamo solo al meglio… e voi?